Ammissione al catecumenato

RITO DI INTRODUZIONE

Il candidato/a, con il catechista o accompagnatore, si trova davanti alla porta chiusa della chiesa.
Quando il sacerdote arriva alla porta della chiesa, questa viene aperta, per significare che la chiesa è pronta ad accogliere il candidato.
I catechisti presentano N. N. al sacerdote; questi saluta  affabilmente il candidato insieme ai suoi accompagnatori; esprime loro la gioia e la gratitudine della Chiesa.
Poi, avendo da una parte la croce astile e dall’altra il libro del vangelo, chiama:

S.: N. N.
 
Il candidato/a si sente chiamato/a dal Signore, e perciò risponde come tutti coloro che sono stati chiamati dal Signore e come la Madonna:
 
C.: Eccomi.

S.: Che cosa domandi alla Chiesa di Dio?

C.: La fede.

S.: E la fede che cosa ti dona?

C.: La vita eterna.

Se lo si ritiene opportuno e il candidato ne è capace, questo dialogo può essere fatto in modo più spontaneo e libero.

PRIMA ADESIONE A GESÙ

Il sacerdote si rivolge di nuovo al  candidato con queste o altre simili parole:


Dio illumina ogni uomo che viene nel mondo, e gli parla in molti modi, soprattutto attraverso le opere della creazione e tanti avvenimenti.
Ora il Signore ti apre la via del Vangelo, perché lo possa riconoscere come il Dio vivente, che realmente rivolge agli uomini la sua parola e fa loro dono di una nuova vita.
Ascolta la voce di Gesù come ci viene dal vangelo, abbi fiducia nella sua sapienza, affida a lui la tua vita ogni giorno in modo da arrivare a credere in lui con tutto il tuo cuore.
Gesù sarà la tua guida, perché possa raggiungere la vita eterna.
S.: Sei pronto/a a incamminarti oggi per questa via, sotto la guida di Cristo?

C.:  Sì, sono pronto/a.

S.: (Rivolgendosi ai suoi accompagnatori)
Voi, che presentate N. N. al Battesimo e voi tutti, fratelli, qui presenti, siete disposti ad aiutarlo/a nella sua ricerca di Cristo e nel suo impegno a seguirlo?

T.: Sì, siamo disposti ad aiutarlo/a.

S.: Padre clementissimo, 
   ti ringraziamo per N.N.  
   perché ha già cercato te,
   e obbedito ai molti insistenti inviti del tuo amore,
   e davanti a noi ha risposto alla tua chiamata. 

  (quindi pone la mano sul capo del candidato/a e dice:)

   Allontana da N.N., Signore, lo Spirito del male,
   proteggilo/a da ogni insidia.
   Fa’ che non inciampi mai nel suo cammino
   e non volga indietro lo sguardo,
   ma continui sereno/a sulla via dei tuoi comandamenti
   perché il tuo regno è vicino.
   Per Cristo nostro Signore. 

 
T.: Amen


SEGNO DI CROCE


S.: Ora dunque, N. N., avvicinati con i tuoi catechisti, e il gruppo con il quale stai facendo il tuo cammino verso il battesimo, e ricevi il segno della tua nuova condizione di catecumeno/a.

(il sacerdote traccia con il pollice il segno della croce sulla fronte di N.N. dicendo)

S.: N.N., ricevi la croce sulla fronte:
  Cristo stesso ti protegga
  con il segno del suo amore
  e della sua vittoria sull’egoismo.
  Impara ora a conoscerlo e a seguirlo.

T.: (dicono o cantano)
  Gloria a te, Signore!

Il segno di croce può essere fatto dal sacerdote stesso, e, successivamente, anche dai catechisti o accompagnatori; tutti intervengono con l’acclamazione.  

S.: Preghiamo. 
  Ascolta, Padre clementissimo, le nostre preghiere
  e custodisci questo/a catecumeno/a N.N.
  in virtù della croce di Cristo,
  che abbiamo segnato su di lui (lei),
  perché apprenda a glorificarti,
  osservi i tuoi comandamenti
  e meriti di giungere
  alla gloria della rigenerazione.
  Per Cristo nostro Signore.

T.:. Amen.

INGRESSO IN CHIESA
E LITURGIA DELLA PAROLA

Compiuti questi riti, si entra in chiesa, mentre tutta l’assemblea canta. Si omettono i riti introduttivi e si  fa subito la liturgia della parola.
Almeno una delle letture sia scelta tra quelle che seguono,  proposte per il rito di ammissione al catecumenato

PRIMA LETTURA: Gn 12,1-4
 
SALMO RESPONSORIALE: Sal 32, 4-5.12-13.18-19.20 e 22

Ritornello: Volgiti a noi, Signore: in te speriamo


CONSEGNA DEL VANGELO

Dopo l’omelia avviene la consegna del vangelo
Il catecumeno/a, accompagnato/a dai catechisti, si presenta davanti al sacerdote, che ha in mano il Vangelo e dice: 

N. N. ricevi il Vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio.

N. N. bacia il libro e quindi lo prende tra le mani e si reca al suo posto.

PREGHIERA PER IL CATECUMENO

Per la bontà di Dio
e attraverso una lunga preparazione
N. N. è divenuto catecumeno.
Siamo felici con lui;
preghiamo perché possa compiere felicemente
il grande cammino che ancora resta da percorrere
e giunga alla piena partecipazione della vita divina.
Quindi il lettore propone le intenzioni di preghiera previste per la celebrazione e vi aggiunge la seguente preghiera per il catecumeno.

Perché il Padre celeste riveli a N. N. ogni giorno di più
il Cristo suo Figlio;
perché abbracci con cuore generoso e con animo fermo
la perfetta volontà di Dio;
perché continui il suo cammino
e sia sostenuto/a dal nostro sincero e costante aiuto, preghiamo.

Chi ha presieduto al rito comunichi al Responsabile Diocesano per il Catecumenato l’avvenuta ammissione, con tutti i dati relativi.