Consegna del Credo

La consegna del credo può essere fatta all’inizio della catechesi sulla storia della salvezza o dei principali articoli della fede cristiana. Si tenga presente che credere non è semplicemente adesione a dogmi, ma soprattutto aderire a un Dio che è all’opera nella storia della salvezza.

LITURGIA DELLA PAROLA

Almeno una delle letture può essere scelta tra quelle  proposte dal RICA


PRIMA LETTURA: Dt 6,1-7
          oppure         1 Cor 15,1-8

SALMO RESPONSORIALE: Sal 18,8.9.10-11
Ritornello: La tua parola, Signore, è luce alla mia strada


CONSEGNA DEL CREDO


Dopo l’omelia un ministro o il catechista dice:

Si avvicini chi deve ricevere dalla Chiesa il Simbolo della fede.

Quindi chi presiede si rivolge a lui con queste parole o con altre simili:
 
Carissimo: ascolta le parole della fede per mezzo della quale riceverai la nuova vita in Dio.  Sono poche parole, ma contengono grandi misteri.
Accoglile e conservale con cuore sincero.

Quindi consegna il Credo al catecumeno.
Poi dà inizio alla proclamazione del Simbolo, dicendo:

Io credo in Dio Padre onnipotente,

e prosegue insieme con la comunità dei fedeli:

creatore dei cielo e della terra;
e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
 
discese agli inferi
il terzo giorno risuscitò da morte;

sali al cielo,
siede alla destra di Dio Padre onnipotente;
di là ha da venire a giudicare i vivi e i morti.

Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei Santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.

Amen.
 
Secondo l’opportunità, si può usare anche il Simbolo Niceno Costantinopolitano.


ORAZIONE SOPRA GLI ELETTI


Il sacerdote invita i fedeli a pregare con queste parole o con altre simili:

Preghiamo per N.N.:
il Signore, Dio nostro,
illumini il suo cuore
e gli apra la porta della sua misericordia,
perché mediante l’acqua del Battesimo
riceva il perdono di tutti i peccati
e sia incorporato in Cristo Gesù,
nostro Signore.

Tutti pregano in silenzio.

Quindi il celebrante, stendendo le mani sopra N.N., dice:


O Signore,
sorgente di luce e di verità,
ci rivolgiamo alla tua eterna
e giustissima misericordia,
per questo tuoi servo N. e N.,
rendilo puro e santo;
concedigli il dono di una scienza vera,
di una ferma speranza
e di una dottrina santa
perché sia degno
di ricevere la grazia del Battesimo.    
Per Cristo nostro Signore.

Tutti: Amen.