Consegna del Padre Nostro

Fin dall’antichità a coloro che si preparavano al Battesimo viene consegnata la “Preghiera del Signore”. Non si tratta di dare una preghiera da dire, ma di insegnare a pregare e, soprattutto, di essere iniziati ad avere uno spirito di figli davanti a Dio. LITURGIA DELLA PAROLA
Almeno una delle letture può essere scelta tra quelle  proposte dal RICAPRIMA LETTURA: Os 11.1.3-4.8

SALMO RESPONSORIALE: Salmo 22
Ritornello: Il Signore è il mio Pastore: non manco di nullaDurante l’omelia si può spiegare il significato e l’importanza della Preghiera del Signore.
CONSEGNA DELLA PREGHIERA DEL SIGNOREA conclusione della Preghiera Eucaristica, chi presiede invita tutti i presenti a recitare il Padre nostro…
Il catecumeno si avvicina e riceve  una pergamena con il Padre nostro e il libro delle preghiere del cristiano.
Nel compiere il gesto chi presiede dice:N.N., ti consegniamo la preghiera
che anche noi  abbiamo ricevuto
e fin da piccoli abbiamo detto tante volte.
Imparala, meditala e conservala nel tuo cuore.
Trasmettila ad altri
come la preghiera che rende serena la vita.

 
Quindi, si canta o recita, insieme, il Padre nostro.ORAZIONE
Quindi, il sacerdote, stendendo le mani sul catecumeno, dice: S.: Dio onnipotente ed eterno,
che rendi la tua Chiesa
sempre feconda di nuovi figli,
aumenta in N.N.
l’intelligenza della fede,
perché, nato a vita nuova nel fonte battesimale,
sia accolto fra i tuoi figli di adozione.
Per Cristo nostro Signore.
T. Amen.