Le celebrazioni della Quaresima conclusiva

 
SECONDA DOMENICA (unzione con l’olio dei catecumeni)

In occasione della seconda domenica di quaresima si può celebrare il rito dell’unzione con l’olio dei catecumeni.
Esso va collocato dopo la Liturgia della Parola.
Prima dell’unzione il catecumeno si avvicina e colui che presiede pronuncia la seguente preghiera di esorcismo.

O Dio, che conosci i cuori
e dai a chi fa il bene la giusta ricompensa,
guarda con benevolenza
questo catecumeno nel suo faticoso cammino.
Dona sicurezza ai suoi passi,
accresci la sua fede,
gradisci la sua penitenza,
e, manifestandogli pienamente
la tua giustizia e la tua bontà,
fa’ che possa partecipare
sulla terra ai tuoi sacramenti
e godere in cielo
dell’eterna comunione con te.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen

Quindi, rivolgendosi al catecumeno dice:

Ti ungo con l’olio, segno di salvezza:
ti fortifichi con la sua potenza Cristo Salvatore,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

 

Catecumeno: Amen

Il catecumeno viene unto con l’Olio sul petto oppure sulle braccia  o su ambedue le mani.
Il catecumeno è invitato a partecipare alle celebrazioni della III-IV e V domenica di quaresima nelle quali in occasione della preghiera dei fedeli verrà aggiunta una preghiera particolare per lui. Si ricorda che, quando in una comunità alcuni suoi membri stanno facendo il cammino del catecumenato è possibile utilizzare, per le domeniche di quaresima, le letture dell’anno A.


_____________________________________________________________
TERZA DOMENICA

A conclusione della preghiera dei fedeli, colui che presiede, stendendo le mani sopra l’eletto continua:

Padre di infinita bontà, che nel tuo Figlio
hai avuto misericordia per la Samaritana
e, mosso dalla stessa paterna sollecitudine
hai offerto la salvezza a tutti i peccatori,
volgiti benigno a questo tuo eletto,
che desidera ricevere per mezzo dei sacramenti
l’adozione a figlio;
liberalo dalla schiavitù del peccato
perché prenda su di sé il soave giogo di Cristo,
proteggilo da tutti i pericoli
e fa’ che, servendoti fedelmente
nella pace e nella gioia,
possa alla fine renderti grazie per l’eternità.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen

_____________________________________________________________
QUARTA DOMENICA

A conclusione della preghiera dei fedeli, colui che presiede, stendendo le mani sopra l’eletto continua:


Signore Gesù,
che battezzato
hai ricevuto dai cieli aperti lo Spirito Santo
per evangelizzare i poveri
e restituire la vista ai ciechi,
effondi il tuo Spirito su questo eletto
che desidera i tuoi sacramenti,
e fa’ che, preservato dal contagio dell’errore,
dal dubbio e dall’incredulità
e guidato dalla retta fede,
possa contemplarti con occhi puri e fiduciosi.
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen

_____________________________________________________________
QUINTA DOMENICA

A conclusione della preghiera dei fedeli, colui che presiede, stendendo le mani sopra l’eletto continua:


Signore Gesù Cristo,
che ordinasti a Lazzaro di uscir vivo dal sepolcro
e con la tua risurrezione
hai liberato tutti gli uomini dalla morte,
ti preghiamo umilmente per questo tuo eletto,
che aspira all’acqua della rigenerazione
e al banchetto della vita;
non permettere
che resti sotto il dominio della morte
colui che per la sua fede
parteciperà alla vittoria della risurrezione.
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen