Tempo della Mistagogia

CONSEGNA DEL GIORNO DEL SIGNOREQuesta consegna può essere fatta opportunamente otto giorni dopo la celebrazione dell’iniziazione cristiana, solitamente nella “Domenica in albis deponendis”.
Nella preghiera eucaristica si usa il prefazio n. 10  “Il giorno del Signore”; al momento delle intercessioni particolari si ricordano i neofitiPrima del rito di congedo s’invita il neo battezzato ad avvicinarsi per la consegna del Giorno del Signore
Il presidente si rivolge  con queste parole: Carissimoa, sei statoa iniziatoa ai santi misteri.
Ora la chiesa, fedele a quanto ha ricevuto dagli apostoli,
ti indica, nel mezzo dei giorni,
il giorno che il Signore ha fatto,
memoriale della sua risurrezione e della tua iniziazione.
E’ la domenica,
giorno in cui tutti i cristiani non mancano di riunirsi
per fare festa, ascoltare il vangelo, offrirsi al Signore, e accogliere il pane della vita.
Il neo battezzato si presenta al sacerdote che gli fa dono del messalino festivo firmato precedentemente dal padrino o dalla madrina e dagli amici che l’hanno accompagnato durante il catecumenato. N.N. rendi gloria a Dio nel giorno che il Signore ha fatto per te
e partecipa fedelmente alla festa dei salvati
in attesa della domenica senza tramonto.